Sicuramente vi ricordate il libro P.S I love you della scrittrice irlandese Cecelia Ahern. Se non avete letto il libro probabilmente avrete visto il film del 2007 con Hilary Swank.

Il libro pubblicato nel 2004 ebbe un enorme successo di vendita. La Ahern lo scrisse quando aveva solo 21 anni e fu pubblicato quando ne aveva 23. Era la storia di   Holly e Gerry  una coppia  che vive a Dublino. Gerry muore improvvisamente di un tumore al cervello e Holly profondamente sconvolta,  si ritira dal mondo.  Un giorno la madre la chiama informandola di un pacco indirizzato a lei. All’interno del pacco ci sono dieci buste, una per ogni mese dopo la morte di Gerry, contenente messaggi scritti da lui, e ogni messaggio si conclude  con “P.S. I Love You”. Grazie a questi messaggi di incoraggiamento Holly riprende a vivere.

Nel nuovo libro che si chiama Postscript, sono passati sette anni e Holly ha ricominciato a vivere. Viene però contattata da un gruppo di malati terminali che vuole avere consigli sul modo migliore per lasciare messaggi ai loro cari. Ancora una volta un libro che mostra come si possa e in un certo possa anche vivere la vita a pieno anche dopo aver sofferto grossi dolori e lutti.

Non sappiamo se quest’altro libro avrà il successo del primo, Cecelia Ahern non ha mai dormito sugli allori e ha pubblicato diversi altri libri dal 2004. Possiamo collocarla nel filone della chick lit, un genere in parte dominato da scrittrici irlandesi ed è una scrittrice con molti fan (prevalentemente donne).

Il nuovo libro sarà pubblicato in inglese in settembre in formato cartaceo, ebook e audio.

Altri articoli da leggere

Anteprima: L’orsetto che non riusciva a dormire

The Bear who couldn’t Sleep di Caroline Castro sarà pubblicato il 1 novembre 2016 e quindi questa recensione è in anteprima. Si tratta di un libro da leggere prima  di dormire e adatto a  bambini in età prescolare. Ha solo 36 pagine, poco testo e tante immagini e la lunghezza giusta per un genitore che non vuole stare ore a leggere. Il racconto offre  qualche…

0 comments

Together Apart di Natalie Martin

Quando si discutono i modi migliori per migliorare il proprio inglese, tanti consigliano  sempre di leggere tanto  in inglese. Molti però non sanno cosa leggere e la cosa importante è trovare qualcosa che interessa.Il problema è che quando si leggono certi classici della letteratura l’inglese può sembrare un po’ pesante o addirittura arcaico. Non riuscire a seguire facilmente un testo, rende l’impresa laboriosa e…

0 comments
Female victim in white dress holds book in hand

Come a Little Closer di Karen Perry

Il secondo libro di Karen Perry che leggotrovo difficile scrivere commenti su questo libro. Direi di 3/3 stelle su 5, ok ma niente di speciale. Niente di negativo da dire sulla trama che nasconde alcune sorprese, anche se non è stata sconvolgente e non mi ha fatto cadere dalla sedia. Il problema principale per me è che non potevo davvero…

0 comments
peter ackroyd

I libri di Peter Ackroyd in inglese

Peter Ackroyd (nato nell’ovest di Londra nel 1949) ha pubblicato sia romanzi che libri di storia e altri soggetti. Ha scritto parecchi libri in stili diversi, diventando così famoso non solo per la qualità dei suoi lavori ma anche per la varietà e quantità. Allevato in un ambiente molto cattolico scoprì di essere gay alla tenera età di sette anni.…

0 comments

The Snowman (Pupazzo di Neve) di Raymond Briggs

Raymond Briggs è un illustratore britannico nato nel 1934 è particolarmente famoso per il suo libro “The Snowman” pubblicato nel 1978 e conosciuto in Italia come Il pupazzo di neve. Il libro ebbe subito successo e nel 1982 divenne un cartone animato di 26 minuti. Ebbe così successo che da ora è divenuto un programma natalizio d’obbligo del Natale britannico…

0 comments