L’ultimo libro di Matt Haig è effettivamente una storia di amore che si svolge nei corsi di oltre 4 secoli. Come altri scrittori prima di lui Haig ha usato l’immortalità come soggetto del libro e per esplorare diverse tematiche.

Matt Haig è uno scrittore britannico di letteratura moderna con elementi del fantastico, dall’immortalità ai vampiri all’infanzia di Babbo Natale, Matt Haig ha scritto libri di successo per grandi e piccini.

Uno scrittore da leggere anche se fate pratica a leggere in inglese, i suoi libri sono scorrevoli, semplici ma certamente non banali o noiosi. Già si parla di fare un film di questo ultimo libro di Haig.

Appena inizia il libro si viene subito a sapere che Tom Hazard il protagonista è molto vecchio. Ma non vecchio normale, non so 80 o 90 anni ma proprio incredibilmente vecchio. Infatti ha ben 440 anni.

Nato in Francia nel 1581, sembra un uomo qualunque sulla quarantina. Questo perché Tom ha una malattia rara che ci chiama anageria.

[eckosc_quote quote=”The first rule is that you don’t fall in love, ‘ he said… ‘There are other rules too, but that is the main one. No falling in love. No staying in love. No daydreaming of love. If you stick to this you will just about be okay.'” source=”” url=”” pull=”false”]

Chi è affetto da questa malattia invecchia molto lentamente, circa un anno ogni 15 e quindi Tom dovrebbe arrivare anche a 1000 anni, se non finisce sotto una macchina. Ma non solo sembra un umo di circa 40 anni Tom soffre anche di una crisi di identità.

A differenza di altri libri di Haig, che seppure avessero un messaggio serio erano essenzialmente anche divertenti, questo è un po’ triste.

Prezzo: Vedi su Amazon.it
Infatti Tom non ama essere longevo ed è un uomo molto solo. Non tutti si fidano del fatto che non sembra mai invecchiare. Si era sposato con Rose, che non soffrendo della stessa malattia morì ben 400 anni prima. E da allora gira solo per il mondo, non può suicidarsi perché vuole ritrovare la figlia Marion che ha ereditato la stessa malattia.

Il romanzo racconta la lunga vita di Tom in diversi periodi storici ma è anche, come tutti i libri di Haig, un commento sociale alla società contemporanea.