Questo è il quarto libro di Claire Douglas che ho letto e devo dire che come scrittrice sta migliorando sempre di più. Questo è stato un buon thriller psicologico che ha diverse sorprese per i lettori. Come in altri libri della Douglas, è il passato che ritorna a perseguitare le persone quando meno se lo aspettano.Inizialmente, ci sono tre ragazze: Heather che ha 14 anni, la sua amica Jess e sua sorella Flora, due anni più grande.

Sappiamo fin dall’inizio che era successo qualcosa, Flora era scomparsa e Jess e Heather non erano più amiche da tempo, ma non sappiamo cosa sia realmente accaduto fino quasi alla fine del libro. Ora abbiamo due donne adulte: Heather che ha appena ucciso due persone e poi ha cercato di ammazzarsi sparandosi con la stessa arma e Jess che è ora una giornalista.

Una volta avvenuto il fatto, Jess, che è tornata nella zona dopo aver vissuto a Londra per anni, scrive la cronaca del fattaccio per il giornale  locale e si mette in contatto con la madre di Heather, Margot.

Margot e Jess vogliono credere che Heather sia innocente e non sembra che abbia un motivo. Non posso scrivere di più senza rivelare la trama contorta, ma posso dire che è un buon thriller psicologico. Ovviamente, per le persone che leggono un sacco di thriller psicologici, la trama non è così sorprendente, ci si abitua a pensare a ogni possibile risultato e spesso si riesce ad indovinare o ad andarci vicino43

Ma ciò che rende il libro interessante in questo caso sono i personaggi, sono tutti abbastanza imperfetti e non sempre si comportano bene, ma ssembrano persone abbastanza reali e alla fine volevo sapere cosa sarebbe successo a loro. Ho letto thriller psicologici che non mi hanno fatto immedesimare in nessuno dei personaggi e quando ciò accade, non è così divertente. Mi è stata data una copia gratuita di questo libro di NetGalley in cambio di una recensione onesta.